Come scegliere e chiedere la migliore carta di credito. Come funziona la carta di credito e quanto costa

La carta di credito, di uso comune. Per i pagamenti anche on line, per acquisti nei negozi preferiti e nei ristoranti, magari per prelevare. Come scegliere e chiedere la miglioreCarta di credito: cos’è e come funziona, tutto quello che c’è da sapere

Con il termine carta di credito si intende una sola tipologia di carta. Erroneamente si pensa a quelle di debito o prepagate, ma vediamo in questa guida tutto quello che c’è da sapere sulle carte di credito e come funzionano.

Che cosa è e quale è la funzione di una carta di credito?

Per poter capire che cosa è una carta di credito, dobbiamo confrontarla con le altre carte di debito, quelle conosciute come Bancomat e prepagata.

Queste ultime carte hanno la medesima funzione, dato che nel momento in cui eseguiamo un pagamento, ovunque esso sia fatto, la somma viene rimossa nell’immediato dal saldo disponibile sul conto. Invece, con la carta di credito funziona diversamente, questo perché non andremo a spendere una parte di denaro presente sul nostro conto corrente.

Al momento del pagamento tramite carta di credito non avremo addebitata alcuna somma, tuttavia, sarà proprio l’ente emittente (issuer) a dover anticipare l’importo per chi è titolare della carta (cardholder).

Tutte le somme anticipate dall’ente emittente dovranno essere rimborsate in diversi modi. Vediamo adesso in quale modo e quali sono le differenti carte di credito.

I diversi tipi di carta di credito, scegliere la migliore

Ecco tutte le differenze tra i vari tipi di carta di credito:

·         Carta di credito a saldo (charge card): è la carta che prevede il rimborso in una sola soluzione, di solito entro un numero di giorni lavorativi dal momento della chiusura dell’estratto conto mensile. Tutti i termini di addebito vengono indicati in modo esplicito nelle opportune condizioni contrattuali. Il rimborso di tutta la somma avviene in una sola rata. Nessun interesse, solo quello che viene speso;

·         Carta di credito a rate (revolving): è la carta di credito nel verso senso del termine, dato che è possibile rateizzare una spesa. Qui la rateizzazione indica il rapporto tra ente emittente e titolare della carta, difatti le spese che vengono effettuate alimentano il debito. Tale debito deve essere rimborsato a rate. Con difficoltà vengono concesse queste tipologie di carte, perché hanno un maggior rischio di insolvenza, quindi non sono concesse a persone con una storia creditizia criptica;

·         Carta di credito a opzione rateale: è la carta di credito mista, ovvero permette al titolare di poter scegliere tra un rimborso a rate o quello in una sola soluzione. Chiaro che in tal caso gli interessi saranno applicati solo al pagamento tramite rate. tra il rimborso a rate e quello in un’unica soluzione. Gli interessi saranno naturalmente applicati ai soli pagamenti rateali.

Quanto costa la carta di credito?

La carta di credito può essere gratuita, ma anche costare centinaia di euro all’anno. Tutto questo va a dipendere dal prodotto che viene scelto.

Esistono anche carte di credito gratuite, anche se con scelta limitata. Inoltre, c’è da considerare che un prodotto detto a costo zero ha meno benefici extra che di solito incentivano la richiesta.

In tal caso saremo in possesso di uno strumento basilare, dove di solito con rimborso in un’unica soluzione e senza un programma punti o di polizza aggiuntiva.

Tutta la maggioranza dei prodotti, di solito, ha un canone mensile o annuo, ma non è accertato che siano in automatico migliori di quelli a costo zero.

Come e dove si richiede la carta di credito?

In Italia si possono richiedere carte di credito con circuito MasterCard, Visa, American Express e Diners. I canali per la distribuzione sono essenzialmente due, ovvero banche e società finanziarie emittenti.

Presso un istituto bancario possiamo fare la richiesta di aprire un conto corrente, qui emetteranno in prevalenza carte MasterCard e Visa, ma talvolta possono essere convenzionate anche con i circuiti di American Express e Diners Club.

La richiesta potrà avvenire sia recandosi in filiale sia facendola online, basta accedere all’area personale del sito della banca. Si tratta di procedure rapide, dato che l’istituto presso la quale decideremo di aprire un conto, avrà già i nostri dati e documenti, nonché essere a conoscenza della situazione finanziaria. Dopo aver fatto le dovute indagini in qualche giorni riceveremo l’esito da parte della banca.

Se la carta viene rilasciata da una banca, la chiusura del conto corrente con lo stesso istituto comporterà anche la risoluzione automatica del contratto che è relativo alla carta di credito.

Invece, l’ente emittente è una società o più società che permettono di inoltrare la richiesta direttamente, ovvero si elimina l’intermediazione da parte di istituti bancari. In Italia sono solo due le società che accettano le richieste dirette: American Express e Diners Club. Per fare la richiesta occorre andare sui  rispettivi siti web e compilare in modo accurato il modulo giusto con i dati anagrafici e l’IBAN che corrisponde al nostro conto corrente dove ogni mese verranno effettuati gli addebiti a saldo del rimborso di tutte le somme spese.

Carta di credito con addebito diretto

I rimborsi che avvengono con l’emittente sono quelli che si verificano nel momento in cui si ha l’automatico addebito diretto su conto corrente o SDD (SEPA Direct Debit).

Chi è titolare della carta autorizza l’issuer a fare il prelievo ogni mese dell’importo che corrisponde alle spese che vengono effettuate, con gli eventuali addebiti quali l’imposta di bollo ed eventuali interessi sul pagamento a rate.

Nel caso in cui sul conto non sia presente la somma che occorre a coprire il rimborso, l’emittente provvede ad applicare penali e altri interessi sul ritardo o sul conseguente mancato pagamento.

Quali sono i requisiti per ottenere una carta di credito?

Per concedere una carta di credito bisogna che la propria situazione economica sia positiva. Questo perché la società che emette la carta sarà quella che anticiperà il denaro per conto del titolare. Ecco perché ci sono dei requisiti per poterla richiedere.

A volte, tali requisiti sono definiti esplicitamente e resi noti da subito, mentre altre volte non sono totalmente ben delineati e tutto va a dipendere dalle eventuali verifiche svolte in seguito a quella che è la ricezione della richiesta.

Prima di dare l’esito per quanto concerne la richiesta, le società svolgeranno le dovute indagini per verificare la solidità finanziaria per quanto riguarda il soggetto richiedente.

Come scegliere e chiedere la migliore carta di credito. Come funziona la carta di credito e quanto costa

Carta di credito 

A&P srl - noleggio operativo beni strumentali per Aziende soluzioni illuminazione LED e risparmio energetico per Privati PISTOIA - via Attilio Frosini 24 - telefono 0573.21342 PONSACCO (PI) - Via Nazario Sauro, 5 - telefono 0587.980706 numero verde 800831814 mail info@aeppistoia.it