“L’Arcipelago del Gusto”enogastronomia di qualità delle Isole Toscane: tappa a Pistoia

Dal 25 gennaio al 16 marzo otto cuochi dell’arcipelago toscano sbarcano, grazie a Vetrina Toscana, in terraferma per proporre nei ristoranti dell’entroterra i loro sapori.  Mercoledì 28 Febbraio tappa a Pistoia

 A&P srl – noleggio operativo beni strumentali attrezzature e arredamento per la ristorazione – appassionati di enogastronomia

Parte dal mare uno dei primi viaggi che la Toscana propone nell’anno del cibo: otto ristoranti dell’Arcipelago in trasferta ospitati da colleghi della terraferma per raccontare attraverso i prodotti e i piatti la storia di un territorio.

Dopo il successo della I edizione de “L’Elba in Vetrina” il progetto si amplia coinvolgendo cuochi, ristoranti e prodotti di altre isole dell’Arcipelago Toscano e si diffonde in otto province della Toscana.

Capraia, Elba e Giglio hanno come comune denominatore il mare, il clima e molte materie prime, ma la loro storia è frutto di dominazioni e influenze diverse che si rispecchia nella cultura enogastronomica fatta di tratti comuni, ma anche di interessanti variazioni.

Otto serate che invitano i commensali ad un piccolo assaggio delle isole: un viaggio nei sapori che ci faccia immergere nell’atmosfera dell’Arcipelago, pur restando sulla terraferma. Il racconto scaturirà dalla viva voce e dalle mani di ristoratori e produttori.

Ogni cena sarà incentrata su un prodotto locale e su un vino del territorio selezionati da ElbaTaste, il consorzio d’imprese che si occupa di promozione dell’enogastronomia dell’Isola d’Elba e delle Isole dell’Arcipelago Toscano.

Un viaggio enogastronomico non di sola andata, il ritorno è previsto per il periodo che va da aprile ad ottobre quando i cuochi dell’entroterra saranno invitati a ricambiare la visita.

Una formula che piace ai ristoratori e ai clienti perchè consente di ampliare gi orizzonti e di avere scambi che arricchiscono entrambe le parti.

Un gemellaggio all’insegna del gusto organizzato da Vetrina Toscana, il progetto di Regione e Unioncamere Toscana che promuove ristoranti e botteghe che valorizzano i prodotti del territorio, in collaborazione con Confesercenti Provinciale di Livorno e la Camera di Commercio Maremma e Tirreno ed il patrocinio del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano.

Una viaggio nel gusto che ci porterà a scoprire non solo la piacevolezza enogastronomica, ma anche interessanti aspetti dell’economia locale e della cultura materiale dei territori.
Ecco il calendario degli appuntamenti:

Giovedi 25 gennaio il “Retrobottega Falaschi” di San Miniato ospita Luigi Muti del “Vento in Poppa” di Porto Azzurro (Isola d’Elba);

Giovedi 8 febbraio “Il Pesce Briaco” di Lucca ospita Grazia Zerbini del Ristorante dell’Hotel Saracino dell’Isola di Capraia;

Venerdì 16 febbraio il ristorante “Bagoga” di Siena ospita Giacomo Paoli del “Aguglia”dell’ Isola d’Elba;

Giovedì 22 Febbraio “ PS – Ristorante” di Cerreto Guidi ospita Marco Olmetti del “Pepenero”di Portoferraio (Isola d’Elba);

Mercoledì 28 Febbraio “Toscana Fair” di Pistoia ospita Massimo Poli di “Montefabbrello”di Portoferraio (Isola d’Elba);

Sabato 3 marzo il ristorante “La Gondoletta” di Marina di Grosseto ospita Santi Capitani di “Da Santi” dell’Isola di Capraia;

Martedì 6 marzo “Il Capriolo” di Prato ospita Alex Ohorodnic del “Teatro Bistrot”di Portoferraio (Isola d’Elba);

Venerdì 16 marzo l’ Osteria “Il Borro” di San Giustino Valdarno (Arezzo) ospita Fabio Molinari del “Tamata” di Porto Azzurro (Isola d’Elba)

(comunicato stampa)

Nomination per l’hotel Brunelleschi con Luxury Travel Advisor

Lo storico albergo fiorentino fra i candidati per la categoria Top Luxury Boutique Hotel Worldwide. Votazioni aperte fino al 30 marzo

A&P srl – noleggio operativo a medio lungo termine  arredamento e attrezzature (beni strumentali) per hotel e ristoranti – operiamo in tutta Italia

LuxuryTravelAdvisor.com è il sito di riferimento per agenti di viaggio che cercano le ultime news e trend nell’ambito del turismo di lusso: ha giornalisti localizzati in tutto il mondo e da 11 anni consiglia le migliori strutture, compagnie, tour operator, destinazioni e tipologie di viaggi. Ogni anno indice gli Awards of Excellence. Le votazioni per i vincitori del 2017 sono aperte fino al 30 marzo 2018, rivolte esclusivamente ai consulenti di viaggio.
L’Hotel Brunelleschi di Firenze figura nella categoria lusinghiera di Top Luxury Boutique Hotel Worldwide, guadagnatosi sicuramente grazie alla struttura unica che comprende una torre bizantina, una chiesa medievale e resti romani, inglobati in un complesso articolato e di grande charme, valorizzando l’antico con un décor raffinato ed elegante. Completano l’appeal dell’albergo la location centrale ma appartata, la vista panoramica e due ristoranti di cui uno gourmet plurisegnalato nelle guide.

I consulenti di viaggio di lusso hanno tempo fino al 30 marzo per votare le loro preferenze fra le nomination agli Awards of Excellence 2017 di Luxury Travel Advisor. Saranno premiate le performance dell’anno appena concluso. Le nomination sono state stabilite da un Comitato di consulenti di viaggio della rivista che cresce ogni anno in numero ed eterogeneità. Basandosi sull’opinione dei migliori esperti del settore le nomination hanno un grande valore, il livello è altissimo. Le votazioni scandagliano il mondo del turismo di lusso di tutto il mondo a 360 gradi con un totale di 30 categorie di nomination: crociere, compagnie aeree o di noleggio auto, General Manager, tour operator, nuove aperture, ville, alberghi divisi per continenti, stati o città icona oppure per categorie trasversali. Una di queste è la Top Luxury Boutique Hotel Worldwide, nella quale figura l’Hotel Brunelleschi.
https://www.luxurytraveladvisor.com/aspirational/vote-now-2017-awards-excellence-ballot

I vincitori saranno annunciati al Summit ULTRA 2018, che si terrà dal 30 maggio al 1 giugno 2018 all’Eau Palm Beach Resort & Spa a Manalapa in Florida.

L’Hotel Brunelleschi
L’ingresso dell’Hotel Brunelleschi dà su una accogliente piazzetta del centro storico fiorentino, a pochi passi dal Duomo, da Palazzo della Signoria e dalla Galleria degli Uffizi: l’albergo è attorniato dalle vie dello shopping e dai musei più famosi della città. L’Hotel Brunelleschi ingloba nella facciata una torre circolare bizantina del VI secolo e una chiesa medievale, interamente ristrutturate nel rispetto delle caratteristiche originali. All’interno, un museo privato conserva reperti rinvenuti durante il restauro della Torre e un calidarium di origine romana, oggi incastonato nelle fondamenta. L’Hotel Brunelleschi fa parte degli Esercizi Storici Fiorentini. L’albergo è stato rinnovato in uno stile classico contemporaneo estremamente elegante, dove predominano i colori chiari e il grigio della tipica pietra serena.
Dal 2017 la proposta gastronomica dell’albergo è firmata dallo Chef Rocco De Santis.

Il Ristorante Santa Elisabetta è il ristorante gourmet dell’hotel, uno degli indirizzi gastronomici più interessanti su Firenze. È stato segnalato nella Guida Michelin 2018 con il punteggio di 3 forchette e 1 piatto e dalla guida gastronomica de L’Espresso con un cappello.

Situato in una sala intima con solo 7 tavoli al primo piano della torre bizantina facente parte dell’hotel, alla location invidiabile aggiunge un’atmosfera ricercata e una cucina raffinata. È aperto dal martedì al sabato, dalle 19.30 alle 22.30. Ogni venerdì e sabato ospita la rassegna gourmet dei sabati enogastronomici.

La più informale “Osteria della Pagliazza” apre tutti i giorni dalle 12.30 alle 14.30 e dalle 19.30 alle 22.30. Situata al pianterreno dell’hotel, durante la bella stagione ha anche tavoli all’aperto sulla suggestiva piazzetta antistante l’albergo, e propone un menu sfizioso di piatti dichiaratamente a base di ingredienti del territorio.

Hotel Brunelleschi
Via de’ Calzaiuoli – Piazza Santa Elisabetta 3 – 50122 Firenze
Tel. 055/27370 – Fax 055/219653
e-mail info@hotelbrunelleschi.it – Internet www.hotelbrunelleschi.it

A&P srl – noleggio operativo a medio lungo termine  arredamento e attrezzature (beni strumentali) per hotel e ristoranti – operiamo in tutta Italia

(Comunicato stampa)

 

Attrezzature per la ristorazione: A Pistoia meglio il noleggio operativo della vendita

Attrezzature per la ristorazione, vendita o leasing? A Pistoia cresce la richiesta di noleggio operativo. I vantaggi fiscali e finanziari per i beni strumentali del ristorante

Le attrezzature di un ristorante, in particolare quelle della cucina, richiedono un continuo aggiornamento. Nuovi prodotti, legati alle diverse tecniche di cottura e conservazione, in costante evoluzione. Oltre ovviamente alla normale usura dei macchinari e degli utensili.

Ovviamente in caso di nuovi acquisti un occhio di riguardo viene riservato alla facilità di utilizzo e, in particolare, al possibile risparmio energetico.

Abbattitori, piastre a induzione, cottura a bassa temperatura, ma anche congelatori e frigoriferi. Per non parlare di tanto altro, come ad esempio le cappe aspiranti o le lavastoviglie. Ma anche gli impianti di depurazione e filtraggio dell’acqua.

Ovviamente bisogna prestare attenzione all’esborso economico e alle variabili fiscali legate all’operazione.

Ai tradizionali acquisto diretto e leasing cresce, in questo ultimo periodo, la scelta del noleggio operativo a medio lungo termine.

Una operazione che non richiede un immobilizzo immediato del denaro, offre un elevato risparmio fiscale e non aumenta l’esposizione bancaria aziendale.

Sicuramente una soluzione da tenere in considerazione.

A&P srl noleggio operativo beni strumentali – operiamo a Pistoia e in tutta Italia