Il TopChef Luca Natalini ambasciatore 2.0 della enogastronomia pistoiese

#GustaPistoia è un food tour che racconta l’enogastronomia pistoiese sui social di tutta Italia grazie alla presenza di ambasciatori 2.0, volti noti del food. Dopo gli ultimi tre vincitori di MasterChef Italia, del vincitore di Hell’s Kitchen e la vincitrice di Masterchef Olanda, lunedì 21 sarà a Pistoia Luca Natalini, finalista di Top Chef. Un tour e una cena a quattro mani alla trattoria dell’Abbondanza

Leggi tutto “Il TopChef Luca Natalini ambasciatore 2.0 della enogastronomia pistoiese”

A Milano il più grande evento di innovazione alimentare nel mondo

Altroconsumo a sostegno dell’innovazione del Global Food Innovation Summit di Seeds and Chips

Oltre 300 speaker internazionali, più di 40 sessioni di conferenze, oltre 250 startup partecipanti e 300 media accreditati da tutto il mondo. Questi i numeri dell’edizione 2018 di Seeds&Chips, che si è appena conclusa.

Leggi tutto “A Milano il più grande evento di innovazione alimentare nel mondo”

Barbara Tamburini enologa di fama internazionale giudice del nuovo contest Tv War of Wineries – Real Time

Barbara Tamburini, enologa di fama internazionale, pluripremiata e associata a CNA Toscana Centro come libero professionista, è una delle protagoniste, insieme al sommelier Luciano Mallozzi e al dirigente della comunicazione Mario Benedetto, della triade dei giudici di “War Of Wineries” il nuovo reality contest innovativo dedicato a tutti gli appassionati di un universo straordinario, quello del vino
Le 6 puntate del contest, che saranno trasmesse dal 25 marzo su Real Time e condotte da Francesca Forti, ruotano attorno ad una sfida tra  8  cantine italiane produttrici di rosso e bianco e racconta la storia di di giovani ed emergenti, già eccellenti produttori di vino, portando così alla luce il patrimonio vitivinicolo italiano noto in tutto il mondo per la sua qualità, genuinità e professionalità.

Laureata in Viticoltura ed Enologia nel 2000, Barbara Tamburini ha iniziato subito la propria attività di Enologo Libero Professionista con importanti consulenze che spaziano dalla Lombardia alla Sicilia concentrandosi sulla sua Toscana e si è cimentata con successo in molteplici direzioni, passando dalla viticoltura all’enologia.

E’ enologo consulente di oltre 15 aziende. Dal 2000 è ambasciatrice del vino italiano nel mondo e docente di Viticoltura ed Enologia per le principali organizzazioni di Somellerie, ha ottenuto il “Premio Protagonisti Eccellenti” del mondo del vino – Regina del Merlot – conferitole da Mondo Merlot nel 2015; il Premio Rigoletto d’Argento assegnatole da AIS Lombardia nel 2014 e la Targa d’argento del Senato della Repubblica Italiana. Infine, a lei, è stato conferito il Premio Luigi Veronelli 2007 per il Miglior Winemaker dell’anno.

A Barbara piace perseguire una linea professionale di alto profilo, in due parole, a lei piace “volare alto”,  come quando, quinta donna al mondo, il 29 ottobre 2004 è salita su un MB339 – il mitico aviogetto delle Frecce Tricolori – ed insieme al comandante della PAN, ha fatto un’ora di volo acrobatico nei cieli del Friuli.
E proprio questo curriculum di altissimo livello e l’esperienza nell’enologia italiana, ne ha fatto la giudice ideale per  “War of Wineries”, il contest tv in cui  non sarà giudicato il vino dei concorrenti, bensì le loro capacità imprenditoriali, la loro passione, il loro coraggio e la loro conoscenza del mondo vinicolo, attraverso sfide, prove ardue ed il severo giudizio di 3 giudici del settore e di 3 chef stellati a rotazione.

Così facendo, gli  8 viticoltori potranno raccontare il loro lavoro, le tradizioni di famiglia passate di generazione in generazione, i segreti, le scelte, le difficoltà, le lotte contro il clima avverso e i sacrifici per ottenere un vino sempre più unico ed eccellente. Un unico vincitore finale che si aggiudicherà Uno stand alla 52° edizione di Vinitaly – Salone Internazionale dei vini e dei distillati in calendario a Verona dal 15 al 18 Aprile 2018.

Maggiori dettagli sul programma, ai seguenti link

https://www.warofwineries.com/

https://www.youtube.com/watch?v=W5HLjzQ3IOY

(comunicato stampa)

MasterChef 7 – Kateryna, Simone o Alberto, chi vedremo a Pistoia?

Domani sera su Sky la finale di MasterChef 7. Per la terza volta consecutiva il vincitore, o la vincitrice farà la prima uscita a Pistoia. #GustaPistoia dal 14 al 17 marzo. Ci saranno anche il vincitore di Hell’s Kitchen e la vincitrice di MasterChef Olanda 1016

MasterChef Italia, il food talent più seguito in Italia, arriva alla fase finale. Domani giovedì 8 gli appassionati di enogastronomia scopriranno il vincitore:  Simone Scipioni, Alberto Menino e Kateryna Gryniukh sono i tre finalisti della settima edizione di MasterChef Italia che si contenderanno la vittoria. Dei tre Alberto sembra quello con meno possibilità, ma spesso i pronostici sono sovvertiti.

I vincitori delle due precedenti edizioni, Erika Liverani (con Lorenzo de Guio e Maradona)  e Valerio Braschi (con Rubina Rovini e lo chef pluristellato Igles Corelli), hanno fatto la loro prima uscita a Pistoia. Partecipando a #GustaPistoia, il tour enogastronomico e culturale organizzato dal food blogger Armando Alibrandi, tra l’altro nostro redattore, e il Consorzio Turistico Città di Pistoia.

Per la terza edizione di #GustaPistoia, in programma dal 14 al 17 marzo, saranno anche ospiti il vincitore della ultima edizione di Hell’s Kitchen Mohamed Lamnaour, il talent presentato da Carlo Cracco,  e la vincitrice di MasterChef Olanda 2016 Hilde van Maanen. Una occasione per ampliare la visibilitàa, grazie ai social, della nostra enogastronomia. Gli ospiti infatti, oltre che incontrarsi con gli appassionati, avranno modo di interagire con gli chef pistoiesi e condividere le loro impressioni in rete. Argomento la buona tavola e la cultura. Con ampio spazio ai talk e agli show cooking.

Come nelle precedenti edizioni di #GustaPistoia ci saranno anche altri importanti ospiti: concorrenti di programmi televisivi e chef stellati.

Non ci resta che aspettare giovedì sera per conoscere il vincitore e il dettaglio degli eventi. Sicuramente due pranzi e tre cene, una delle quali stellata, non dovrebbero mancare. #GustaPistoia

Pistoia Beer Festival: alla Cattedrale area ex Breda birra e eventi dal 26 gennaio

Una tre giorni dove la birra e la musica, e altri eventi collaterali, la faranno da padroni. 26 – 27 e 28 gennaio tanti stand per una manifestazione a ingresso gratuito

Nasce su facebook un gruppo di appassionati di enogastronomia, ma anche di birra (!). Oltre 4mila membri per parlare degli eventi enogastronomici a Pistoia.

Il primo degli eventi 2018 segnalati è la prima edizione del Pistoia Beer Festival, una occasione da non perdere per gli amanti delle bionde, rosse e scure …….Tanti gli stand di birra artigianale e quelli food. Previsti eventi collaterali. Per gli aggiornamenti sul programma   eventi enogastronomici a Pistoia: Pistoia Beer Festival.

I prossimi eventi in programma a Pistoia e presentati nel gruppo sono:

Gusta Pistoia – cultura, cibo e enogastronomia – febbraio 2018

MasterFood Pistoia – i protagonisti di Masterchef a Pistoia – marzo 2018

La Toscana in Bocca a Pistoia – rassegna enogastronomica – aprile 2018

 A&P srl – noleggio operativo beni strumentali attrezzature  arredamento per la ristorazione – appassionati di enogastronomia – operiamo in tutta Italia – convenzioni con rivenditori

“L’Arcipelago del Gusto”enogastronomia di qualità delle Isole Toscane: tappa a Pistoia

Dal 25 gennaio al 16 marzo otto cuochi dell’arcipelago toscano sbarcano, grazie a Vetrina Toscana, in terraferma per proporre nei ristoranti dell’entroterra i loro sapori.  Mercoledì 28 Febbraio tappa a Pistoia

 A&P srl – noleggio operativo beni strumentali attrezzature e arredamento per la ristorazione – appassionati di enogastronomia

Parte dal mare uno dei primi viaggi che la Toscana propone nell’anno del cibo: otto ristoranti dell’Arcipelago in trasferta ospitati da colleghi della terraferma per raccontare attraverso i prodotti e i piatti la storia di un territorio.

Dopo il successo della I edizione de “L’Elba in Vetrina” il progetto si amplia coinvolgendo cuochi, ristoranti e prodotti di altre isole dell’Arcipelago Toscano e si diffonde in otto province della Toscana.

Capraia, Elba e Giglio hanno come comune denominatore il mare, il clima e molte materie prime, ma la loro storia è frutto di dominazioni e influenze diverse che si rispecchia nella cultura enogastronomica fatta di tratti comuni, ma anche di interessanti variazioni.

Otto serate che invitano i commensali ad un piccolo assaggio delle isole: un viaggio nei sapori che ci faccia immergere nell’atmosfera dell’Arcipelago, pur restando sulla terraferma. Il racconto scaturirà dalla viva voce e dalle mani di ristoratori e produttori.

Ogni cena sarà incentrata su un prodotto locale e su un vino del territorio selezionati da ElbaTaste, il consorzio d’imprese che si occupa di promozione dell’enogastronomia dell’Isola d’Elba e delle Isole dell’Arcipelago Toscano.

Un viaggio enogastronomico non di sola andata, il ritorno è previsto per il periodo che va da aprile ad ottobre quando i cuochi dell’entroterra saranno invitati a ricambiare la visita.

Una formula che piace ai ristoratori e ai clienti perchè consente di ampliare gi orizzonti e di avere scambi che arricchiscono entrambe le parti.

Un gemellaggio all’insegna del gusto organizzato da Vetrina Toscana, il progetto di Regione e Unioncamere Toscana che promuove ristoranti e botteghe che valorizzano i prodotti del territorio, in collaborazione con Confesercenti Provinciale di Livorno e la Camera di Commercio Maremma e Tirreno ed il patrocinio del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano.

Una viaggio nel gusto che ci porterà a scoprire non solo la piacevolezza enogastronomica, ma anche interessanti aspetti dell’economia locale e della cultura materiale dei territori.
Ecco il calendario degli appuntamenti:

Giovedi 25 gennaio il “Retrobottega Falaschi” di San Miniato ospita Luigi Muti del “Vento in Poppa” di Porto Azzurro (Isola d’Elba);

Giovedi 8 febbraio “Il Pesce Briaco” di Lucca ospita Grazia Zerbini del Ristorante dell’Hotel Saracino dell’Isola di Capraia;

Venerdì 16 febbraio il ristorante “Bagoga” di Siena ospita Giacomo Paoli del “Aguglia”dell’ Isola d’Elba;

Giovedì 22 Febbraio “ PS – Ristorante” di Cerreto Guidi ospita Marco Olmetti del “Pepenero”di Portoferraio (Isola d’Elba);

Mercoledì 28 Febbraio “Toscana Fair” di Pistoia ospita Massimo Poli di “Montefabbrello”di Portoferraio (Isola d’Elba);

Sabato 3 marzo il ristorante “La Gondoletta” di Marina di Grosseto ospita Santi Capitani di “Da Santi” dell’Isola di Capraia;

Martedì 6 marzo “Il Capriolo” di Prato ospita Alex Ohorodnic del “Teatro Bistrot”di Portoferraio (Isola d’Elba);

Venerdì 16 marzo l’ Osteria “Il Borro” di San Giustino Valdarno (Arezzo) ospita Fabio Molinari del “Tamata” di Porto Azzurro (Isola d’Elba)

(comunicato stampa)

Attrezzature per la ristorazione: A Pistoia meglio il noleggio operativo della vendita

Attrezzature per la ristorazione, vendita o leasing? A Pistoia cresce la richiesta di noleggio operativo. I vantaggi fiscali e finanziari per i beni strumentali del ristorante

Le attrezzature di un ristorante, in particolare quelle della cucina, richiedono un continuo aggiornamento. Nuovi prodotti, legati alle diverse tecniche di cottura e conservazione, in costante evoluzione. Oltre ovviamente alla normale usura dei macchinari e degli utensili.

Ovviamente in caso di nuovi acquisti un occhio di riguardo viene riservato alla facilità di utilizzo e, in particolare, al possibile risparmio energetico.

Abbattitori, piastre a induzione, cottura a bassa temperatura, ma anche congelatori e frigoriferi. Per non parlare di tanto altro, come ad esempio le cappe aspiranti o le lavastoviglie. Ma anche gli impianti di depurazione e filtraggio dell’acqua.

Ovviamente bisogna prestare attenzione all’esborso economico e alle variabili fiscali legate all’operazione.

Ai tradizionali acquisto diretto e leasing cresce, in questo ultimo periodo, la scelta del noleggio operativo a medio lungo termine.

Una operazione che non richiede un immobilizzo immediato del denaro, offre un elevato risparmio fiscale e non aumenta l’esposizione bancaria aziendale.

Sicuramente una soluzione da tenere in considerazione.

A&P srl noleggio operativo beni strumentali – operiamo a Pistoia e in tutta Italia

Ristoratori tremate: Chef & Maitre in tour a Pistoia

Con oltre 150mila iscritti nel gruppo facebook, Chef & Maitre “detta” le tendenze enogastronomiche. In questi giorni racconta Pistoia

L’occasione ghiotta è la tre giorni Saperi & Sapori in svolgimento in questi igles corelligiorni al ristorante stellato Atman dello chef Igles Corelli.

I tantissimi chef stellati coinvolti in questo che da anni è diventato un appuntamento per gli appassionati del settore, la ristorazione stellata, hanno richiamato ovviamente anche gli esperti del settore.

Non poteva non essere presente Ires Crippa, social influencer del network ires crippa chef & maitreChef & Maitre che, con gli oltre 150mila iscritti al gruppo facebook, racconta quotidianamente le tendenze della ristorazione.

Oltre a seguire la kermesse di Corelli, Ires testerà alcuni dei locali pistoiesi.

Ovviamente ci auguriamo che Chef & Maitre voglia dedicare spazio alle proposte pistoiesi. Avremo modo di scoprirlo.

photo: credits to Ires Crippa Chef & Maitre

Igles Corelli apre le porte del suo ristorante stellato per Nonna Peppina. Street food e beneficenza

Una storia che ha commosso il mondo quella di Giuseppa Fattori, 95 anni. Sfrattata dalla sua casetta in legno costruita dopo il terremoto che un anno fa ha colpito San Martino di Fiastra, dov’è sempre vissuta. Nonna Peppina, come è stata ribattezzata da tutti, oggi vive in un container, come molti terremotati del Centro Italia.

Tante le iniziative di solidarietà. Sabato 11 novembre si mobilitano anche gli chef. A radunarli è Igles Corelli, nel ristorante stellato Atman a Villa Rospigliosi.

Street food a Villa Rospigliosi. Cuochi solidali

La dimora storica progettata dal Bernini sarà il luogo di incontro per 40 chef che hanno risposto alla chiamata dello chef emiliano trapiantato in Toscana, per animare una giornata all’insegna dello street food d’autore:

“Se qualcuno deve stare per strada” spiega Corelli “che sia il cibo, non un’anziana terremotata. Per aiutare nonna Peppina faremo ciò che sappiamo fare meglio: cucinare”.

Alla festa del cibo di strada parteciperanno i cuochi della Compagnia degli Chef, e il gruppo di Top Chef Italia, oltre ad alcuni cuochi di Atlatichef e alcuni concorrenti di Masterchef.

Gli ospiti, che saranno sicuramente numerosi,  potranno muoversi tra decine di isole di degustazione – 5 euro l’offerta per ogni assaggio – curiosando tra le diverse interpretazioni della tradizione di strada della Penisola.

È questo il messaggio che Corelli vuole lanciare con la sua cucina “garibaldina” a chi come lui ha sposato con passione il mestiere dello chef:

La vicinanza al territorio non si esprime solo con la ricerca degli ingredienti locali da portare nel piatto, ma risiede in gesti concreti a favore degli altri”.

In abbinamento sarà servita una selezione di vini, e la giornata trascorrerà all’insegna del divertimento, seppur animata da un fine solidale. Intanto un anonimo imprenditore lombardo si è detto pronto ad acquistare una casa per nonna Peppina. Ma questa è un’altra (bella) storia. E c’è ancora bisogno dell’aiuto di tutti. Igles Corelli vi aspetta. Noi ovviamente ci saremo.

Street food per Nonna Peppina | Lamporecchio (PT) | Villa Rospigliosi, via Borghetto 1 | l’11 novembre 2017 | www.villarospigliosi.com