Scandalo dati: oggi l’audizione a Bruxelles e l’evento su Facebook

Altroconsumo e le Organizzazioni partner dell’associazione in Belgio, Spagna, Portogallo e Brasile hanno inviato a Facebook una diffida con richieste chiare, a nome del milione e mezzo di consumatori rappresentati

Stesse richieste ribadite durante l’incontro con Facebook l’11 aprile scorso, sempre a Bruxelles. Oggi le 5 domande e un evento proprio a casa di Zuckerberg, su Facebook.

A due mesi dalla vicenda Cambridge Analytica, il CEO di Facebook Mark Zuckerberg stasera siederà di fronte al Parlamento europeo a Bruxelles: dovrà rispondere sul rischio privacy dei dati di milioni di utenti europei del social network. La diretta trasmessa via streaming dalle ore 18,15 alle 19,30.

All’audizione saranno presenti il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani, i capigruppo e presidente e relatore della commissione LIBE (Libertà civile, giustizia e affari interni).


Il commento di Ivo Tarantino, responsabile relazioni esterne di Altroconsumo

 “Abbiamo chiesto a gran voce, con le Organizzazioni nostre partner in Belgio, Spagna, Portogallo e Brasile, di partecipare all’incontro in quanto rappresentanti dei consumatori. I soggetti coinvolti e penalizzati sono stati proprio gli utenti, ignari dell’utilizzo non trasparente dei propri dati, e noi vogliamo giocare un ruolo attivo nel difendere i loro interessi nel mercato emergente dei dati”.

Queste le 5 domande che Altroconsumo pone a Mark Zuckerberg che avendo chiesto e ottenuto di incontrarsi a porte chiuse con solo pochi deputati non sentirà dalla voce diretta delle Organizzazioni di consumatori:

Le cinque domande a Mark Zuckerberg – Come unirsi a Altroconsumo

1 – Ha intenzione di compensare gli 87 milioni di consumatori interessati dallo scandalo Cambridge Analytica? Facebook non ha ancora risposto alla diffida ricevuta il 22 marzo dalle Organizzazioni del Gruppo Euroconsumers, Altroconsumo, Test-Achats, OCU, DecoProteste e Proteste Brasil.

2 – Quali sono i risultati dell’inchiesta interna a Facebook annunciata? CA era solo la punta di un iceberg: nessuno ha più sentito parlare dell’indagine per scoprire altre possibili simili violazioni.

3 – Tutti gli utenti Facebook, non solo quelli coinvolti nello scandalo CA, sono stati vittime di un continuo e massivo uso improprio dei dati da parte del social network o di altre app che operano sulla piattaforma: Facebook compenserà adeguatamente tutti i consumatori coinvolti? È quanto richiesto dalle Organizzazioni del Gruppo Euroconsumers e confermato dall’Autorità Antitrust italiana con l’apertura del procedimento per pratiche commerciali scorrette.

4 – Cosa sta facendo Facebook per ricostruire la fiducia dei consumatori? Facebook sta annunciando in questi giorni con una campagna di messaggi martellante la piena conformità del proprio sistema con il Regolamento GDPR. Come possiamo credere che Facebook voglia davvero restituire ai consumatori la piena gestione dei dati in totale autonomia, se non c’è stato un chiaro riconoscimento delle violazioni che si sono verificate sulla piattaforma né scuse sincere.

5 – Come conciliare il modello di business di Facebook con il diritto dei consumatori a gestire i propri dati? I consumatori devono essere in grado di decidere realmente dove, quando e con chi vogliono condividere i propri dati, quando vogliono cessare la condivisione e quando vogliono riprendersi i dati. Non è un caso che Facebook continui a dire ai suoi utenti molto poco su come indirizza loro la pubblicità. Gli annunci pubblicitari, linfa vitale per il social, smetterebbero di funzionare in un regime di piena trasparenza. Dopotutto, è meglio che Facebook continui ad apparire più come un enorme flusso spasmodico ma spontaneo di contenuti, no, signor Zuckerberg?

Esploso lo scandalo CA, Altroconsumo e le Organizzazioni partner in Belgio, Spagna, Portogallo e Brasile avevano inviato a Facebook una formale diffida con richieste chiare, a nome del milione e mezzo di consumatori rappresentati. Stesse richieste ribadite durante l’incontro con Facebook l’11 aprile scorso, sempre a Bruxelles.

Come unirsi a AltroConsumo per condividere le domande a Mr Zuckerberg proprio da dentro Facebook. 

 
 Comunicato stampa Altroconsumo
A&P srl - noleggio operativo beni strumentali per Aziende soluzioni illuminazione LED e risparmio energetico per Privati PISTOIA - via Attilio Frosini 24 - telefono 0573.21342 PONSACCO (PI) - Via Nazario Sauro, 5 - telefono 0587.980706 numero verde 800831814 mail info@aeppistoia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *